Vigezzo.gif (2371 byte)

mountain2.jpg (4670 bytes)

GPS    Loccia di Peve (2127 m)  Altimetria  Mappa  

Amici della Montagna: Avio

Si parte da Albogno, si passa il paese e si entra nel bosco su un evidente sentiero. Appena finito il bosco, ci si alza ulteriormente fino a raggiungere la baita dell'alpe Buriale (1866 m)  e da qui, mantenendo la destra, si risale il crinale fino alla cima.-(3,00 ore circa)

Il paese di Albogno ...iniziamo a camminare e subito Avio trova un fungo...

...seguiamo le indicazioni Burial... ...il sentiero Ŕ bellissimo tra mille colori...

...Avio tranquillo passa tra un numeroso gruppo di pecore... ...poi sperduta nel bosco piangente una pecorella di qualche giorno ...inutili i tentativi di calmarla ...

...ci prova anche Avio (lo zio) a tranquillizzarla ...poi a gran furore arriva la mamma che se la coccola tutta...

...attorno a noi colori "pittoreschi"... ...uscendo dal bosco vediamo il Rifugio Burial...

...che presto raggiungiamo...ovviamente tutto chiuso, sprangato...e lo chiamano "rifugio"... ...saliamo al colle ed ecco la crestina finale...

...che decisamente saliamo... ...ed eccoci sulla cima...

...davanti a noi il Leone... ...sotto di noi il percorso che faremo per la discesa...

...dalle nuvole emerge la Scheggia... ...e la Pioda di Crana...

...stranezze...da un lato tutto nuvole e... dall'altro poche nuvole e tanto sole...

...foto ricordo ... ...ed iniziamo la discesa...

...ogni tanto le nuvole ci avvolgono... ...ma sull'altro lato tutto Ŕ aperto ed assolato...

...arriviamo al Monte Alom... ...che lasciamo mantenendo la cresta...

...figure inquietanti emergono dalla nebbia... ...Avio nota cavitÓ scavate dal picchio e curiosa all'interno ...

...poi arriviamo alla Cima Rovareccio... ...e scendiamo per un bel bosco di faggi...

...arriviamo all'Alpe Cortina... ...poco dopo, alla periferia di Coimo uno stupendo alpeggio...

...e raggiungiamo Coimo... ...poi risaliamo per un bosco...

...per arrivare di nuovo ad Albogno... ...e vicino alla macchina un simpatico gregge a brucare la fresca erbetta...che meraviglia!